Vino sfuso/vino imbottigliato

gbiancoep Giovanni Bianco, qui con suo papà, è vignaiolo in Calosso, zona vocata per un barbera più quadrato che tondo. Gli abbiamo chiesto che differenza c’è tra il vino sfuso e il vino imbottigliato.

La differenza è il tempo. La bottiglia non solo arriva da una vigna migliore e più vecchia, ma è invecchiata in legno due anni. Io non filtro neanche, lascio che i tannini ci pensino loro a mettere in quadro il vino, però la botte va rabboccata, ci va tempo per il barbera. Comunque la vinificazione per lo sfuso e le bottiglie è la stessa, stessa pulizia, stessa scelta dei grappoli. So che qualcuno vende lo sfuso a meno di me, ma ci mette di tutto dentro, non sceglie, è roba che io non pigerei nemmeno. Poi una botta di freddo per depositare i tartrati, una botta di caldo per la malolattica, e hanno il vino a Natale… Ma ci vuole tempo per il barbera…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>